Top Social

Materie prime da profumeria botanica: chiarimenti

venerdì 12 agosto 2016
Le materie prime da profumeria naturale e botanica
sono varie e di consistenze differenti
a seconda del tipo di droga dalla quale si va ad estrarre la sostanza odorosa.

Pommade:
una pasta solida ottenuta col metodo dell'enfleurage.

Concreta:
la sostanza odorosa viene estratta tramite solventi volatili e in essa sono contenuti cere e resine,che vengono eliminate con lavorazioni successive.
 Per i fiori delicati si utilizza l'estrazione tramite solventi:
potrebbero deteriorarsi rapidamente a causa delle alte temperature.

Assoluta:

è considerata la forma più pregiata,pura e concentrata di tutte le materie prime.
Viene attenuta tramite un ulteriore estrazione con etanolo da pommade,concrete e resinoidi. 

Oli essenziali:
si presentano quasi sempre in forma liquida o leggermente resinosa,
vedi la mirra ad esempio;
si ottengono tramite la distillazione in corrente di vapore,
e la spremitura della scorza per gli agrumi.

Gli oli essenziali vengono classificati secondo la loro volatilità
(dal  Latino volare) dalla rapidità con la quale evaporano e si diffondono nell'aria.
Oli essenziali molto volatili sono l'anice,il basilico,il bergamotto,
e ancora bois de rose,cardamomo,lavanda,limone.

Capita frequentemente che gli oli essenziali non siano puri
e che vengano adulterati dalle aziende produttrici.
 Un piccolo trucco per testare la purezza dell'olio
è quello di farne cadere una goccia su un foglio di carta bianca.
Lasciate asciugare a temperatura ambiente:
se l'olio è puro la macchia sul foglio evapora completamente.
Se l'olio è adulterato,
un alone traslucente si noterà facilmente sulla carta.

 Un'altra situazione che capita spesso,
è imbattermi in oli essenziali del tutto inesistenti o improponibili:
ad esempio, vi sono fiori dai quali è impossibile estrarre sostanze odorose,

perché naturalmente privi di profumo.
Recentemente mi è stato chiesto se fosse possibile
comporre un profumo al ciclamino:
non si estrae alcun olio essenziale naturale dal ciclamino;

questo vale anche per la camelia, per il melograno, il papavero,
la felce, la fresia, il glicine, il caprifoglio,
i frutti come more, albicocche, pesche ecc,

Si tratta spesso di essenze in olio o fragranze ricostruite sinteticamente.
Non hanno per cui alcuna caratteristica o proprietà degli oli essenziali 
e sono senza eccezione delle ricostruzioni effettuate in laboratorio.
In questi casi la dicitura Olio Essenziale quindi è totalmente fuorviante per il cliente che disconosce l'argomento:
fate attenzione a non acquistare essenze credendo si tratti di preziosi Oli essenziali.

Il prezzo di tali prodotti a volte è indicativo:
5 ml di preziosissimo olio essenziale di Neroli,ad esempio,
può avere un prezzo che si aggira intorno i 90/100 euro.
5 ml di essenza al Neroli può avere un prezzo massimo di 10 euro.
Post Comment
Posta un commento

Lascia qui il tuo pensiero o volerà come il vento....!
Grazie ♥

Auto Post Signature

Auto Post  Signature