Top Social

Sapone artigianale: le proprietà degli oli nella saponificazione

lunedì 1 novembre 2010
Tutti i saponi da me realizzati ,come ben sapete ,vengono prodotti tramite la "Saponificazione a Freddo" ,cioè la reazione tra un grasso (olio) e una base (soda caustica) ...
Teoricamente, è possibile saponificare tutti i tipi di grassi : oli vegetali, burro vegetale, grassi di origine animale. Tuttavia la scelta degli oli nella saponificazione, influenza notevolmente l'aspetto e le proprietà di durezza del sapone, il suo potere schiumogeno, la sua dolcezza sulla pelle...
A seconda della loro struttura chimica, e cioè se siano saturi o insaturi,e della lunghezza della catena degli atomi carbonio , gli oli e i burri vegetali,apporteranno al vostro sapone caratteristiche e proprietà differenti !
Gli acidi grassi saturi ,sono quelli che determinano una maggiore durata del sapone...è sufficiente che siano presenti al 30% della totalità degli oli,per far sì che il vostro sapone duri nel tempo e goderne di tutti i beneficifi. Solitamente sono oli o grassi in forma solida.
Gli acidi grassi con maggiore potere lavante e detergente,sono quelli a catena corta,e sono anche quelli che produrranno una schiuma abbondante e morbida .Uno di questi è l'Acido Laurico ,presente in grande quantità nell'olio di Cocco ,o nel burro di Murumuru. Questi oli,sono quindi molto utili nella composizione del sapone ,ma vi consiglio di usarli a non più della quantità del 30% ,a meno che non vogliate un sapone super schiumoso :-) ...una percentuale dal 15 al 30 sarà l'ideale!
Gli acidi grassi insaturi,(oleico,linoleico e linolenico) invece,sono importantissimi per nutrire e ammorbidire la pelle.Si trovano nella maggior parte degli oli " liquidi" : olio di Oliva, nocciolo d'albicocca,canapa,mandorle dolci e avocado.
Ma ecco un riepilogo  :
Acidi Grassi Saturi , suddivisi in :
Acido Laurico : olio di cocco ; olio di palma ; olio di babassù ; burro di murumuru.
 Acido Palmitico : olio di palma ; olio di baobab ; burro di cacao ; burro di kokum.
 Acido Stearico : burro di karitè ; burro di cacao ; burro di kokum.

 Acidi Insaturi , suddivisi in :
Acido Oleico : oli di oliva ; albicocche ; mandorle dolci ; camelia ; riso ; macadamia ; nocciola ; argan ; avocado.
 Acido Linoleico : oli di vinaccioli ; albicocca ; sesamo ; cartamo ; canapa ; cotone.
 Acido Linolenico : oli di borragine ; inca-inchi ; rosa canina.

Una menzione speciale va fatta per l'Olio di Ricino , poco usato e atipico ma molto interessante in saponificazione : grazie alla sua ricchezza di Acido Ricinoleico ,produce una schiuma molto cremosa e un sapone dolce e delicato. Da usare miscelato ad altri oli, dal 5% al 15%  (al massimo ) altrimenti rischiate di produrre un sapone troppo molle e facilmente deperibile.
Spero che questa piccola guida vi sia utile nella scelta degli oli, per la realizzazione dei vostri saponi.

3 commenti on "Sapone artigianale: le proprietà degli oli nella saponificazione"
  1. Buongiorno, trovo i tuoi consigli veramente validi, volevo cortesemente alcuni chiarimeni sulla soda caustica: il sapone fatto con la soda è utilizzabile per l'igiene personale o solo per lavare la biancheria??? non è pericoloso sulla pelle.
    ho provato a fare il sapone senza soda utilizzando con la liscia, non mi è venuto bene troppo molle non si solidifica, mi puoi dare qualque consiglio per recuperarlo.
    grazie per la risposta

    RispondiElimina
  2. I every time spent my half an hour to read this web site's content every day along with
    a mug of coffee.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks, I'm happy to keep you company .... a coffee for me too? <3 ^_^

      Elimina

Lascia qui il tuo pensiero o volerà come il vento....!
Grazie ♥

Auto Post Signature

Auto Post  Signature