Top Social

Oleoliti : realizzare un Macerato Oleoso di Vaniglia ♥♥♥

domenica 17 ottobre 2010
Nel parlarvi degli Oleoliti , avevo usato l'esempio : "non si può estrarre un olio dalla bacca di vaniglia,ma otterremo un olio alla vaniglia tramite un Oleolito ".
Ed è proprio quello che vorrei fare oggi : un Macerato Oleoso di Vaniglia ♥
Ne avrete già il sentore nell'aria...ma ne conoscete il vero aroma ?
Dimenticate tutti i profumi alla vaniglia che avete sentito fin'ora...queste bacche sanno di zucchero caramellato ,dolce , voluttuoso e gourmand ♥
Un profumo da favola,realizzato a partire dai baccelli di Vaniglia Bourbon del Madagascar
La Vaniglia è il frutto di un'orchidea originaria del Messico,scoperta dagli spagnoli,durante i viaggi in America nel 1500 ed importata sull'isola Bourbon nel XIX secolo.
Oggi la vaniglia è coltivata in tutto il mondo,ma l'originale di Bourbon,rimane la più apprezzata per il suo profumo caldo e dolce.
In questo caso,il macerato ,è stato realizzato col metodo a "Digestione Solare".
Il contenitore, oscurato,và posizionato al calore del sole di giorno e in luogo fresco e buio di notte,per due settimane;filtrato e imbottigliato.
Consigliato : per ripassare l'argomento,cliccate qui

*°* Ingredienti*°*
♥ 100gr di olio di riso
♥ 2 baccelli di Vaniglia Bourbon 
♥  3-4 gocce di Tocoferolo ( Vitamina E )
Con l'aiuto di una bilancia , in un contenitore di vetro (ben pulito con alcol a 95° ,per dolci ) pesare 100  grammi di Olio di Riso.
Con la lama di un coltello ( pulito sempre con alcol ), bisogna fendere il baccello a metà ,e con la lama stessa aprirlo leggermente...in questo modo :
Al suo interno,la bacca contiene infiniti e minuscoli semini rotondi...è qui che si nasconde tutto l'aroma ♥
Successivamente,il baccello ,và tagliato in piccoli tronchetti e immerso in olio...
Facoltativo, aggiungere 3-4 gocce di Tocoferolo ,che non è altro che Vitamina E , potente anti-ossidante : una manna dal cielo per la pelle ,che allunga la vita del macerato , permettondone la lunga durata,evitando che vada a male...
A questo punto,con il tappo,chiudete il contenitore , (controllate che tenga bene),e oscuratelo in modo che non sia mai a contatto diretto con la luce : si può rivestire di alluminio (quello da cucina) ,o come faccio io, visto che il metodo a digestione solare prevede proprio l'esposizione al sole,sistemarlo sotto uno scatolo.
Al sole di giorno e al buio di notte per un periodo di almeno 15 giorni ...lo so, è un "impegno"... che verrà comunque ripagato nel momento stesso in cui,steso sulla pelle e inebriate dal suo profumo,vi verrà voglia di darvi un morso da sole...♥♥♥ 
Sulla pelle lascia un profumo dolce e ammaliante , rendondola elastica,grazie al suo alto potere emolliente e nutriente.
Può essere utilizzato come
olio per la cura del viso e del corpo
olio da bagno profumato
olio dopo sole
olio da massaggio o come base per realizzare un profumo oleoso
olio profumato per capelli secchi o crespi
nella realizzazione di burri,balsami e saponi

36 commenti on "Oleoliti : realizzare un Macerato Oleoso di Vaniglia ♥♥♥"
  1. A parte che sto ancora raccogliendo la bava dalla tastiera...sbav sbav....questo post mi fa sentire già il tepore dei profumi caldi e avvolgenti...vedere quelle bacche di vaniglia...leggere il procedimento passo passo.
    Complimenti Mariuccia, un post veramente...delizioso ^__^

    RispondiElimina
  2. ciao! mi piace molto il tuo blog, complimenti. questo oleolito dev'essere davvero buonissimo. si può usare anche per profumare i saponi al posto degli olii essenziali o la reazione con la soda elimina il profumo?
    grazie :)

    RispondiElimina
  3. @letimusiclover
    Ciao!! Grazie mille e grazie per essere passata da me! Unicamente al posto degli oli essenziali non va bene , la reazione di saponificazione iniziale rischierebbe di comprometterne il profumo e le qualità. Personalmente lo aggiungo solo al momento del nastro , come arricchimento . In questo modo non si altera il profumo. Oppure si potrebbe utilizzare per arricchire un sapone rilavorato: non essendo più caustico , il sapone non provoca problemi al profumo... Spero di averti tolto ogni dubbio, in caso contrario..torna a trovarmi ^_^

    RispondiElimina
  4. quindi se ho ben capito,arrivata al nastro potrei scegliere un oe a piacere e aggiungere anche oleolito di vaniglia ma non quello da solo, giusto? ad esempio, se volessi un sapone zenzero e vaniglia aggiungo oe di zenzero e macerato oleoso di vaniglia?e con le dosi come mi regolo?
    grazie per l'attenzione,se ti va passa da me...non è un blog di sapone ma magari ci trovi qualcosa che ti può piacere ;)

    http://natadimarzo.altervista.org/blog/

    grazie ancore :)

    RispondiElimina
  5. @letimusiclover, figurati!
    Allora...per un kilo di sapone , io uso 10 ml di olio essenziale. Per avere più chiare dosi e metodi , puoi leggere qui ad esempio :
    http://lamiacasanelvento.blogspot.com/2010/09/sapone-profumo-soggiorno-in-provenza.html
    Per un sapone zenzero e vaniglia invece , si, puoi aggiungere 10ml per kilo di sapone , di OE di zenzero,diluito in 20 gr di macerato di vaniglia. Anche se forse solo zenzero risulterebbe troppo forte..magari zenzero e cannella : 5ml + 5ml , diluiti sempre in olio vegetale.. ^_^

    RispondiElimina
  6. grazie,sei stata molto chiara! ho fatto un corso per fare il sapone poco tempo fa e non vedo l'ora di provare a farlo a casa , nel frattempo sto cercando consigli e ispirazioni ;)
    ti farò sapere com'è finito il mio esperimento zenzero e vaniglia non appena sarà pronto :)

    RispondiElimina
  7. ma che spettacolo!!!

    RispondiElimina
  8. Quando l'ho aperto per filtrarlo è venuto su un profumino paradisiaco... Con questo "ti consoli"!!!

    Passa da me se vuoi, ho aperto da poco un blog sulla biocosmesi e cosmetici fatti in casa :)
    http://eloisettecosmetici.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. appena preparato con olio di girasole nn sono riuscita a trovare l'olio di girasole non vedo l'ora di filtrarlo tra 15 giorni o più
    appena ho messo la bacca di vaniglia nell'olio sono usciti i semini deve essere un olio paradisiaco kissssssssss

    RispondiElimina
  10. volevo dire olio di riso scusate sn emozionata io adoro la vaniglia grazie del magnifico post a si io mi chiamo cecilia e piacere a tutti

    RispondiElimina
  11. Eloisette: :)
    Ti consoli sì , ne vale la pena!
    In bocca al lupo per il blog ^_^

    Cecilia : :)
    Ciao cara e benvenuta!!!
    Grazie a te per essere passata! Tienimi aggiornata , sono curiosa di sapere !

    Spero a presto !

    Mariù

    RispondiElimina
  12. Ciao, il tuo blog è fantastico!
    Sto per fare un ordine da AZ, dove ci sono appunto questi baccelli di vaniglia, ne vendono 3 a 2,90 euro.
    Quanto dura questo olio? Dici di prendere 2 lots da 3 baccelli?
    Ti ringrazio in anticipo, saluti :D!

    RispondiElimina
  13. Ciao Nicole!
    Che carina che sei, grazie per i complimenti :D
    Allora...2-3 dovrebbero bastare per 100 gr di olio!
    Certo che se ne vuoi produrre di più , tanto vale ordinarne 2 lots :D
    inoltre , se non dovessi usarli per il macerato, poi sempre farci una meravigliosa crema pasticcera :))))
    Baci ...

    Mariù

    RispondiElimina
  14. Grazie mille per la risposta!
    L'ho fatto sei giorni fa e l'ho avvolto nella stagnola, di giorno lo tengo in cucina e di notte fuori sul balcone al buio, va bene così? XD

    RispondiElimina
  15. Ciao Nicole!!!
    Allora...avvolto nell'alluminio va bene (così rimane al buio)...
    Allora...di giorno al sole (sempre assolutamente ben coperto !).
    Di notte dentro casa , in un posto asciutto e pulito...niente umidità notturna, non gli fa bene :P
    Sono qui, fammi sapere :D

    RispondiElimina
  16. Ciao... stamattina ho preparato l'oleolito e messo al sole... non ho ancora deciso il suo uso vedremo... forse farò un sapone olivo riso cocco con un bel profumo di vaniglia... bellissimo e interessante il tuo blog, ci passo spesso.. a presto... buona giornata

    RispondiElimina
  17. Ciao Fiorenza!

    Usalo per fare il sapone se ne hai prodotto molto, altrimenti ti suggerisco un bel burro corpo :D Ma anche puro , così com'è , da usare sulla pelle umida di viso e corpo..io lo adoro !
    Grazie mille per essere passata da me , sono molto felice ! Fammi sapere ^_^
    Buona Domenica

    Mariuccia

    RispondiElimina
  18. mariuccia ciao sono susy ,il mio macerato alla vaniglia è in preparazione ogni tanto vado a sentire il suo odore è spettacolare !!!...la ricetta l'ho copiata tutta ....un bacioooooooooooooo

    RispondiElimina
  19. Ciao Mariuccia , scusami la domanda ignorante. al sole tolgo la foglia alluminio o lascio cosi ?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Devi tenerlo così, tutto ricoperto di alluminio! Fammi sapere ^_^
      Grazie a te!

      Elimina
  20. Ciao! Inspirata dal tuo bel blog ho cominciato a saponificare, é molto divertente, un pòcome in cucina anche se con la soda ci vuole attenzione e maschera e occhiali! Volevo chiederti se quando filtri l'oleolito conservi i granetti da mettere poi nel sapone;;; oppure metti i granetti appena totlti dal baccello? Grazie Paquita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paquita ,benvenuta!
      Non si butta via niente ;)
      Nel sapone aggiungo qulla parte di oleolito non filtrato
      che contiene i grani!

      Elimina
  21. Complimentissimi per il blog.
    Ho cominciato da poco a fare i saponi, quindi questo blog mi sarà utilissimo.
    In genere io rilavoro il sapone, cioè lo faccio liquido, soprattutto per i miei ragazzi che lo usano come bagnoschiuma.
    Ti chiedevo: l'oleolito nei saponi si mette insieme agli oli che si aggiungono alla soda, al momento del nastro ... o quando?
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per seguirmi con entusiasmo!
      L'oleolito lo aggiungo dopo il nastro,
      nella fase finale della lavorazione ;)
      un bacio e grazie a te ancora!

      Mariù

      Elimina
  22. MA QUANDO ESPONGO AL SOLE DEVO TOGLIERE IL VASETTO DA SOTTO LA SCATOLA?
    STEFANIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania!
      No, devi lasciarlo coperto ;)

      Elimina
  23. Al posto dell'olio di riso quale altro si può utilizzare?
    grazie in anticipo

    RispondiElimina
  24. ciao! bellissimo questo post! ma come mai hai usato il metodo della digestione solare e non quello "classico" (40 giorni al buio)? solo per una questione di tempi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Silvi!
      Di tempi e di sole...un peccato non approfittarne ;)

      Elimina
  25. Ciao Mariuccia, ho appena dato uno sguardo al tuo bellissimo blog, mi piace la tua scelta di fare prodotti naturali. Io sono Luisa e a settembre ho cominciato a farmi i saponi artigianali...mi piace tantissimo, lo faccio ogni volta con entusiasmo! :) Ho visto anche i tuoi saponi...splendidi!!!

    RispondiElimina
  26. Ciao,sono capitata qui per caso e menomale perchè stavo per cimentarmi in quest'avventura ma avrei sbagliato tutto.
    Mi hai salvataaaaaa!!!!
    Nunzia

    RispondiElimina
  27. Ciao complimenti per il blog e grazie; sto per inserire nuovi contenuti al mio nuovo blog,citerò il tuo con i tuoi suggerimenti. spero tu possa gradire e quando hai tempo passa a visitarmi.Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Bi.O. ^___^ Verrò a trovarti!

      Elimina
  28. Ciao complimenti per il tuo blog, vorrei sapere da te che sei un'esperta, se il macerato oleoso ottenuto con questo procedimento può essere utilizzato nella preparazione di profumo in sostituzione dell'olio essenziale.
    Io adoro la vaniglia delle indie ma non trovo nessuna essenza che si avvicini nemmeno lontanamente a quell'aroma dolce e caramellato che hanno i suoi baccelli.
    Grazie per tutti i consigli che potrai darmi
    Stefania

    RispondiElimina
  29. Ciao volevo sapere se gli oleoliti possono essere utilizzati anche come profuma ambienti nel diffusore!

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo pensiero o volerà come il vento....!
Grazie ♥

Auto Post Signature

Auto Post  Signature