Top Social

Sapone Rosmarino e Olio d'Oliva

venerdì 27 agosto 2010
Questo è il mio primo sapone!
Vi avverto subito , fare il sapone dà dipendenza ,
per cui una volta fatto il primo.. :-)

In realtà fare il sapone in modo artigianale 
è un'enorme soddisfazione,
ed è più facile di quanto possiate immaginare.
Poche semplici regole,vi porteranno dalle materie prime,
fino alla vera e propria realizzazione del sapone,
in un procedimento che diventerà un rituale..
Sapone realizzato tramite il metodo della Saponificazione a Freddo
Ricetta per 1000 gr di olio:
1000 gr di Olio d'Oliva
127 gr di Soda
325 gr di Acqua
Al Nastro:
10 ml di Olio essenziale al Rosmarino 
20 gr di Olio d' Oliva
1 cucchiaino d'Amido di Riso

Per chi si avvicina per la prima volta al mondo del sapone artigianale,questa è una delle ricette più semplici che possiate fare..L'importante è seguire poche semplici regole di sicurezza,in quanto maneggiare la soda cuastica senza cura e attenzione,può essere molto pericoloso: la soda è un prodotto estremamente caustico,(cioè molto corrosivo,provoca gravi bruciature a contatto con l'acqua,ragginge rapidamente la temperatura di 90°). Leggete qui Le Importanti Regole di Sicurezza .
Pesare l'olio e metterlo a scaldare a bagnomaria,fino a portarlo alla temperatura di circa 45°.
Preparare la soluzione di soda in un contenitore di pirex o di plastica resistente al calore.Posizionare il contenitore con la quantità necessaria di acqua fredda(meglio se distillata) su una superficie stabile, preferibilmente in una zona ben ventilata o nel vostro lavandino della cucina, per esempio.
Pesare esattamente la quantità di soda in un'altra ciotola, quindi aggiungere la soda (MAI FARE IL CONTRARIO!SEMPRE LA SODA NELL'ACQUA!), mescolando delicatamente con un cucchiaio di grandi dimensioni, in plastica o in acciaio inox. Questo produrrà calore e fumi. Non respirate i fumi.
Mescolate di tanto in tanto fino alla completa dissoluzione della soda.
Lasciare raffreddare fino alla temperatura di circa 45°.
A questo punto,versate la soda nell'olio(MAI IL CONTRARIO!),e cominciate a mescolare alternando il cucchiaio,al mixer,o meglio a un frullatore a immersione.Il composto inizierà ad addensarsi fino a formare il cosiddetto Nastro.Questo è il momento per aggiungere oli essenziali,coloranti,principi attivi e addizioni di oli e burri.La pasta ora è pronta per essere versata negli stampi,controllate bene che non si formino bolle d'aria.Isolate gli stampi: coprite con un foglio di pellicola trasparente,(quella per alimenti), prima di mettere un asciugamano o una coperta sopra,che serve a conservare il calore e accelerare la saponificazione. Lasciate indurire il sapone per 24-48 ore fuori dalla portata dei bambini e animali domestici.Trascorso questo periodo,potete togliere il vostro sapone dallo stampo.IMPORTANTE: il sapone sarà caustico per almeno un mese,quindi maneggiatelo sempre indossando i guanti in gomma,o vi brucerete!Trasferite il sapone in un ambiente secco e ventilato per una ''cura''di almeno 4 settimane.Questo tempo è necessario per consentire la reazione di saponificazione e addolcire il sapone.In più,un sapone asciutto,prolunga la sua vita (un sapone troppo molle,va a male molto rapidamente).
4 commenti on "Sapone Rosmarino e Olio d'Oliva"
  1. i tuoi saponi, le tue ricette sono davvero splendide! Davvero molto brava! Vorrei uno scambio di opinioni sulla produzione del sapone posso scriverti? Grazie mille

    RispondiElimina
  2. Ciao carissima che bellezza il tuo blog!
    Noto spesso che le ricette sono per quantità "grandi" se volessi provare, potrei dimezzare le dosi?
    Altra domanda, gli stampi. Ne ho visti di bellissimi sul sito di gisellamankse, ma non capisco se sono adatti ad una come me, alle prime armi. Tu li hai mai presi da questo sito?
    Intanto grazie!
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao ,sono rosa ho provato a fare il sapone al rosmarino al posto dell'acqua ho usato un decotto al rosmarino ho aggiunto 10 gr di sale marino e non trovando l'amido di riso( ho girato dappertutto ) amido di grano.risultato: ho ottenuto un sapone dal colore un po ambrato ha un buon profumo .sto astettando la stagionatura per vedere l'efetto sulla pelle . grazie dei consigli

      Elimina
  3. Ciao! Complimenti per il post, dettagliato e utilissimo! Stiamo provando a fare il sapone con la lisciva quindi partendo dalla cenere ma il risultato è molto diverso da quello "classico". Ho un po' paura per via della soda caustica... Hai mai provato con la lisciva?! Consigli?!

    RispondiElimina

Lascia qui il tuo pensiero o volerà come il vento....!
Grazie ♥

Auto Post Signature

Auto Post  Signature