Top Social

Image Slider

"The Secret Garden"

giovedì 9 marzo 2017
Se c'è una cosa in cui credo fermamente, è che nella vita bisogna essere visionari:
solo così vengono a crearsi quelle condizioni favorevoli che superano ogni aspettativa,
ogni sogno.
In questi mesi, nei miei account Facebook ed Instagram,

ho pubblicato alcune anteprime di un progetto editoriale a cui sono onorata di aver contribuito.
Un progetto che è cresciuto ed è diventato una vera "visione".
Un progetto in cui tutti noi crediamo e nel quale speriamo possiate rispecchiarvi o immaginarvi.


Una storia di amore e fuoco, di magia e oro, di passione e vita in un giardino di luce, acqua e vento: 
è il primo volume di maMa mariage,
il nuovo editoriale wedding Gold Edition dedicato al matrimonio creativo, dedicato a sposi non convenzionali, amanti della bellezza e dello stile.
Fuori dagli schemi, rivoluzionario, alternativo e con uno spropositato senso per il bello.
Ispirazioni, idee, tendenze per il matrimonio contemporaneo, autentico, ricercato.
La rivista è un semestrale con due uscite intermedie monotematiche.
Vi aspetto su www.readmariage.it/negozio/

"The Secret Garden"
Uno shooting di ispirazione nella cornice del giardino di Villa Lina, alle porte di Viterbo,

nel quale colori pastello, texture sensuali, tocchi di oro puro ricreano un’atmosfera magica e ricca di rimandi simbolici.
Un giardino, un labirinto, una corsa a perdifiato...

nelle incantevoli immagini del video emozionale di 2become1.
La mia firma olfattiva con i profumi solidi custoditi nei medaglioni oro.

"maMa mariage, la prima rivista italiana sul matrimonio creativo dedicata a sposi non convenzionali e amanti del bello, debutta in grande stile con un editoriale wedding unico e glam

e un video che ne cattura l’essenza più profonda"
La tua copia su https://www.readmariage.it/negozio/

Production: maMa mariage
Concept, planning, styling: BiancoAntico Wedding
Editor: Antonella Padularosa
Photography: Monica Leggio
Flower design: Nina e i Fiori
Props and furnishings: Succi, creazioni d'interni
PR and communication: Francesca Garavini
Stationery: CUTandPASTE - laboratorio creativo
Bride dresses: La jolie fille
HMUA: Manola Spaziani Make Up Artist
Model: Sofia G. Courson
Model: Vic Richardson
Favors: La mia casa nel vento
Bride tiara: Guinevere Vines
Groom suit: Antonella Rossi Roma
Venue: Relais Villa Lina

Tra mito e profumi: Iris #seguilestagioni

mercoledì 1 marzo 2017
Raffinatezza, luminosità ed eleganza;
sottile bellezza sussurrata, spesso scelto come nome di donna:
Iris.

Immortalato nelle pennellate decise di Monet e Van Gogh,
dal bianco al blu, dal viola al giallo,
alla fine dell'inverno invade i nostri giardini e corsi d'acqua 
creando una vera e propria tavolozza di colori.
L'iris, ingrediente primario 
nella composizione di profumi e cosmetici antichi e moderni,
è stato un simbolo storico per la Nazione Francese e per la città di Firenze.

Iris Germanica Florentina

Etimologicamente
la parola Iris deriva dal greco Iridos
 che significa "messaggero degli dei", "arcobaleno",
proprio per i suoi petali cangianti.
Le sue radici servivano per preparare miscele per fumigazione,
pomate, unguenti e profumi di fine lavorazione, oltre che ad aromatizzare il vino.
La mitologia greca narra che Iris, messaggera degli dei,
avesse il compito di accompagnare i defunti alla pace eterna,
lungo l'arcobaleno.
Ma il suo ruolo principale era quello di accudire Hera,
e di cospargerla di profumi quando risaliva dagli inferi all'Olimpo.
L'Irinum citato da Teofrasto,
era un profumo d'Iris ottenuto dalla macerazione in olio di oliva.
In profumeria è una nota di cuore;
il suo effluvio soave permette di evocare l'innocenza e la purezza,
pur rimanendo femminile e sensuale.

Lo sapeva bene Caterina de Medici,
la quale portò con se e diffuse in Francia il suo profumo prediletto,
dando il nome ad un'acqua di colonia,
prodotta ancora oggi a Firenze: L'acqua della Regina.
 

L'iris è una pianta perenne con rizomi,
appartenente alla famiglia Iridaceae.
Non tutti sanno che il vero profumo non si estrae dai fiori o dalle foglie, ma dalle sue radici.
I rizomi contengono molecole aromatiche conosciute con il nome di ironi,
che posseggono un odore intenso e penetrante.
Gli ironi, sono il prodotto della degradazione del rizoma:
più il rizoma invecchia e maggiore è il profumo.
Solitamente l'invecchiamento è di almeno 2-3 anni.
 

Dopo questo processo di invecchiamento,
il rizoma viene ridotto in polvere.
La polvere di radice di iris ha un odore molto fine, caratteristico, poudrè.
Materia prima, nota da secoli per il suo uso in profumeria come fissativo.
Questa polvere finissima delicatamente profumata,
che ricorda a tratti la violetta, ha molteplici usi:
scrub delicato per il viso, polvere deodorante,
 shampoo a secco, delicato agente sbiancante per i denti.

Da 100 chilogrammi di polvere si ottengono poco più di 100 grammi di essenza.
Viene usato unicamente nell'alta profumeria e in aromaterapia.
Dato il prezzo elevato, oggi è stato quasi interamente sostituito da molecole sintetiche
dal costo notevolmente inferiore:
attenzione ai profumi che si vantano di contenere l'Iris e che hanno un prezzo piuttosto modesto.
Basti pensare che 5ml di materia prima costano trai 150 e i 200euro.
L'estratto CO2 di iris ha una consistenza fluida e un caratteristico aspetto perlaceo.
Pochissime gocce portano a tutti i prodotti cosmetici e profumi un tocco di finezza,
un'identità olfattiva immediatamente riconosciuta e apprezzata.


{Proprietà}
Lenitivo, mucolitico e decongestionante,
è efficace per combattere affezioni alle vie respiratorie e della pelle.
Calma il bruciore e rilassa le pareti dell stomaco.
Aiuta in caso di tosse, bronchite e sinusiti.
Promuove il rinnovamento cutaneo poiché favorisce la rigenerazione cellulare profonda: particolarmente indicato per le pelle mature e alla comparsa di rughe.

Influenza positivamente ed è indicato per aumentare la forza interiore e l'equilibrio psicofisico, migliora l'intuizione e la capacità di ascoltarsi.
Utile nei momenti di confusione, smarrimento e quando si è in dubbio sulle scelte e le decisioni da prendere. 
Collegato ai sentimenti, è un balsamo per il cuore.
Porta un messaggio di speranza, di prossima fine di situazioni e stati d'animo spiacevoli.
L'olio di iris aiuta a lenire la stanchezza ed è prezioso in caso di difficoltà di concentrazione dovuta a stress e stanchezza.


Prosegue il nostro appuntamento con la lista della spesa,
che include, come sapete, anche piante e fiori in vegetazione,
mese per mese.

Obbiettivo:
 Divulgare il messaggio che è importante rispettare il ritmo delle stagioni per una scelta sana e consapevole dei prodotti realmente stagionali da portare in tavola.
{Antonella Manfredi}

Questa è la lista della spesa di Marzo #seguilestagioni
(a cura di Anna Marangella)
Potete stamparla e consultarla prima di recarvi al mercato ;)

Spero che il progetto vi piaccia!
Cliccate qui se avete perso la lista dei mesi precedenti,
troverete la pagina fb dedicata.

Le amiche blogger che questo mese partecipano al progetto:
Ultimissime dal forno – Anna
Pensieri e pasticci – Simona
Sento i pollici che prudono – Adrialisa
Alisa Design, Sew and shabby chic – Annalisa
Lismary’s cottage – Lisa
Coccola Time – Enrica
Coscina di pollo – Susy
Beatitudini in cucina – Beatrice Rossi
.............................

*Come tutte le sostanze,
alcuni composti naturali possono presentare un rischio di allergie nei soggetti sensibili.
Come regola generale, fate sempre una prova all'interno del gomito, almeno 48 ore prima dell'uso.
Proprietà, indicazioni e modalità di utilizzo sono derivati ??da libri  di aromaterapia e fitoterapia. Tuttavia, queste informazioni sono solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo informazioni mediche. Per utilizzare gli oli essenziali, oli vegetali o piante a scopo terapeutico, ricordate di consultare sempre un medico.

Che profumo ha il giardino dell'Eden? Esxence 2017

martedì 7 febbraio 2017
Il mio Paradiso personale ha il profumo dei fiori più rari.
Non è un vero e proprio luogo fisico ma un percorso,
un viaggio attraverso quei luoghi nel mondo la cui impronta olfattiva rimane per sempre impressa nella mente:
è il giorno della festa delle rose nella valle del Dadès in Marocco;
è "ascoltare" i fiori di tiaré nel paradiso perduto dei quadri di Gauguin:
"Ella aveva un fiore all'orecchio che ascoltava il suo profumo"
dal suo libro di appunti Noa-Noa, in tahitiano pro-fu-mo

Ognuno ha la propria visione olfattiva dell'Eden
ed è questo che si propone di scoprire la nona edizione di Esxence-The Scent of Exellence, l'evento internazionale della profumeria artistica, che torna a Milano ancora una volta,
dal 23 al 26 marzo 2017.
Un angolo di paradiso terrestre nel cuore del nuovo skyline di Milano:
una pioggia di fiori e colori eterei accoglieranno i visitatori alla ricerca di armoniose e raffinate fragranze, capaci di risvegliare forze creative e vibrazioni armoniche.
Con l'olfatto si compiono fantasiosi viaggi di spirito,
che aldilà delle nostre percezioni spazio-tempo,
ci trasportano in quel luogo di rifugio che è il nostro paradiso personale:
questo è ciò che il prodotto esclusivo e raffinato della profumeria artistica può regalarci.


Inoltre per il terzo anno consecutivo,
l'evento è affiancato da Esxkin - L'eccellenza della bellezza,
lo spazio dedicato alla cosmesi di nicchia, dove le imprese più innovative del settore, si distinguono per la qualità delle materie prime e l'efficienza delle loro formulazioni esclusive.
Incontri, workshop, tavole rotonde, studi culturali ed economici ed eventi speciali con alcuni dei nomi più autorevoli e noti della scena internazionale della profumeria completeranno l'agenda della manifestazione.

Ci vediamo a Milano!
 

Unguento alla Calendula

In questi giorni di freddo intenso
sentiamo sulla pelle i segni del suo tocco gelido:
mani e labbra screpolate, sempre più fragili e delicate.

Un rimedio formidabile per queste ed altre problematiche,
è rappresentato dall'unguento alla calendula.
Si tratta di una preparazione cosmetica
tra le più semplici da realizzare, in quanto costituita da soli due ingredienti,
ossia una cera e un oleolito.

La cera può essere una cera d'api,
oppure una cera di soia nel caso siate vegani.
 La consistenza oleosa
(dal lat. unguentum, der. di ungere o unguere ‘ungere’)
può essere più o meno morbida a seconda della percentuale tra cera e olio.
Per il periodo invernale, una consistenza più morbida si può avere con una percentuale
così suddivisa: 10% di cera, 90% di oleolito.

Fate fondere dolcemente a bagno maria 10 g di cera d’api.
Quando la cera si è completamente fusa diventando trasparente,
aggiungete a filo 90 g di oleolito,
mescolando costantemente fino ad ottenere una consistenza fluida.
 
Versate il composto in un contenitore precedentemente sterilizzato,
di alluminio (nichel free) o preferibilmente di vetro scuro o ambrato,
e conservatelo al riparo da luce e fonti di calore.
Per lenire la pelle irritata e sensibile
si possono aggiungere alcune gocce di oli essenziale di Camomilla romana.
Per guarire le ferite e ustioni:  oli essenziali di Elicriso italiano, Cistus, Lavanda, Geranio d'Egitto.



Quali sono gli usi?
Antiossidante, protegge dalla degenerazione delle cellule e dall'invecchiamento precoce.
Promuove la rigenerazione del tessuto cutaneo alterato.
Porta morbidezza ed elasticità alla pelle in caso di irritazione della pelle, screpolature,geloni, ferite minori, piccoli tagli da rasatura.
Psoriasi, eczema, ulcere, piaghe da decubito.
Scottature solari, prurito, orticaria, punture di insetti.
Trattamento delle pelli fragili e delicate: neonati, bambini e donne in gravidanza.

Vuoi sapere come realizzare un oleolito alla Calendula?

La Calendula e le sue proprietà #seguilestagioni

venerdì 3 febbraio 2017
Dolce e floreale, ricorda il profumo del miele,
il fiore cui nome significa:
che segue il sole -Sol sequia, Lat.

Il suo colore intenso, che vira dal giallo all'arancio,
ricorda l'astro più lucente,
ma la sua particolarità è che il fiore si chiude al calar del sole
e si riapre solo al mattino seguente, all'alba.
La tradizione popolare, dice che se i capolini sono ancora chiusi la mattina dopo le sette,
vuol dire che pioverà nello stesso giorno.

La Calendula Officinalis, della famiglia delle asterceae, conosciuta anche come marigold,
originaria dell'Europa meridionale, è stata a lungo coltivata in climi temperati, fin dal XII secolo.

A quel tempo, era molto utilizzata per alleviare le lesioni cutanee, ma anche per attenuare i disturbi femminili e i problemi del sistema digerente.
Durante le guerre mondiali, i medici,
dopo aver versato l'acqua bollente sopra i fiori di calendula,
applicavano questa soluzione sulle ferite e sulle ustioni dei soldati,
per ridurre le infiammazioni, far cicatrizzare la pelle e prevenire le infezioni.

Le parti usate sono i fiori (sopratutto freschi)
e le foglie che contengono oli essenziali,
acidi organici come il salicilico,
saponosidi, beta-carotene, flavonoidi e calendulina.

Proprietà
Antinfiammatorie, antisettiche, cicatrizzanti, antispasmodiche,
 emmenagoghe (regola il ciclo e calma i dolori mestruali) ed ipotensive.

    Lenitiva ed emolliente, la calendula attenua le irritazioni e porta morbidezza; accelera la riparazione della pelle danneggiata.
    Antiossidante, protegge dalla degenerazione delle cellule e dai radicali liberi che causano l'invecchiamento precoce.

Indicazioni:
    Un toccasana per la pelle sensibile e irritata,
fragile e delicata, secca, ruvida, screpolata.
    Per le ferite, vene varicose, ulcere varicose, eruzioni cutanee, eczemi, psoriasi, contusioni.
    Prurito, orticaria, punture di insetti.
    Infiammazioni delle mucose della bocca e della gola.
    Scottature, ustioni e cicatrici. 


Di seguito alcuni suggerimenti per sfruttare al meglio tutte queste proprietà!
Infuso:
portare a ebollizione100 ml di acqua e 5 gr di fiori calendula e filtrare dopo dieci minuti.
Questa soluzione può essere utilizzata direttamente come lozione.
Senza conservanti, l'estratto è altamente sensibile alla contaminazione microbica.

Assicuratevi di utilizzarla in tempi brevi, conservandola in frigo.
Altrimenti utilizzate un conservante naturale.
Tintura: fate macerare per 5 giorni 5 gr di calendula in 50 ml di alcol a 60°, dopodiché filtrate.

Come realizzare un Macerato Oleoso di Calendula (Oleolito)
Procedimento:
Mediante immersione in acqua bollente,
pulite e sterilizzate un contenitore in vetro, dotato di tappo.
Riempire il contenitore, perfettamente asciutto,
con dei fiori secchi di calendula.
Coprire i fiori con un olio vegetale biologico
che avrete scaldato fino ad una temperatura di 25-30 °C:
olio di semi di girasole, oliva, sesamo, riso o jojoba.
Chiudete bene con il tappo e lasciate macerare per 3-4 settimane a temperatura ambiente, preferibilmente al sole.
Passato questo periodo, filtrate e versate il macerato in una bottiglia di vetro pulito.
Questo macerato oleoso è pronto per essere incorporato
come fase oleosa in creme o al momento del nastro per i saponi;
può essere utilizzato direttamente come olio da massaggio.
Avendo utilizzato dei fiori secchi, il composto non contiene acqua ed è quindi stabile e può durare per diversi mesi 
avendo l'accortezza di conservarlo al riparo dalla luce e dal calore.

Alcune curiosità:
Durante i tempi antichi, le civiltà indiane, greche ed arabe usavano la calendula in cucina,
come medicina e per la cosmesi. 
La calendula è una pianta colorante: viene utilizzata per tingere tessuti di colore giallo crema.
I fiori si possono mangiare nelle insalate, con grande beneficio per la salute.
..................................................... 

 Prosegue il nostro appuntamento con la lista della spesa,
che include, come sapete, anche piante e fiori in vegetazione,
mese per mese.

Obbiettivo:
 Divulgare il messaggio che è importante rispettare il ritmo delle stagioni per una scelta sana e consapevole dei prodotti realmente stagionali da portare in tavola.
Questa è la lista della spesa di Febbraio #seguilestagioni
(a cura di Anna Marangella)



Spero che il progetto vi piaccia!
Cliccate qui se avete perso la lista dei mesi precedenti,
troverete la pagina fb dedicata.

Le amiche blogger che questo mese partecipano al progetto:
Ultimissime dal forno – Anna
Pensieri e pasticci – Simona
Sento i pollici che prudono – Adrialisa
 
Beatitudini in cucina Beatrice Rossi
La gallina Rosita – Lucia
Alisa Design, Sew and shabby chic – Annalisa
Lismary’s cottage – Lisa
Coccola Time – Enrica
Coscina di pollo – Susy
.............................

*Come tutte le sostanze,
alcuni composti naturali possono presentare un rischio di allergie nei soggetti sensibili.
Come regola generale, fate sempre una prova all'interno del gomito, almeno 48 ore prima dell'uso.
Proprietà, indicazioni e modalità di utilizzo sono derivati ​​da libri  di aromaterapia e fitoterapia. Tuttavia, queste informazioni sono solo a scopo informativo, non costituiscono in alcun modo informazioni mediche. Per utilizzare gli oli essenziali, oli vegetali o piante a scopo terapeutico, ricordate di consultare sempre un medico.

Questione di dettagli: Pixers

venerdì 13 gennaio 2017
Così come amo creare immagini nei miei profumi,
amo essere ispirata dalle immagini.
L'ambiente in cui viviamo
dovrebbe rispecchiare il nostro modo di essere,
come un vestito sartoriale cucito su misura, e raccontare.

Anche se a volte è difficile mettere in atto i nostri sogni,
sia per una questione economica che logistica,
con l'immaginazione abbiamo tutti creato l'ambiente ideale
in cui lavorare ed esprimerci al meglio.

Pensando al mio studio in stile cabinet de curiosité,
come le note di un profumo,
mi vengono in mente contrasti di luce -note di testa-
con toni scuri e intensi -note di cuore e di fondo-
per creare l'essenza del posto.

Tuttavia quando si pensa ad una ristrutturazione,
per quanto piccola sia, sale l'ansia dei lavori.
In realtà sarebbe tutto molto più semplice e pratico e dal risultato d'impatto e fantasioso,
se si utilizzassero, ad esempio, delle carte da parati.

Molto in voga nei decenni precedenti e poi man mano dimenticate, sono tornate prepotentemente a far parte del mondo dell'home decor. 
Pixers raccoglie una vastissima galleria di ispirazioni e soluzioni per ogni ambiente,
con carte da parati e foto murali per creare degli interni splendidi.

Ho scoperto il sito da poco e già ad una prima occhiata
  ne sono rimasta sorpresa, soprattutto per quanto riguarda le Fotomurali.
Sono adesivi murali di altissima qualità realizzati in un materiale riutilizzabile ed ecologico, opaco e durevole nel tempo.
Sono autoadesivi:
si applicano facilmente su qualsiasi superficie piana.
Inoltre possono essere rimossi e riposizionati senza lasciare traccia. Non è fantastico?!
 

Un servizio utilissimo e che secondo me può aiutare enormemente nella scelta,
è il servizio di anteprima:
sul sito c'è la possibilità di caricare direttamente la foto del tuo spazio da decorare o ristrutturare e vedere il risultato finale! 


Amo lo stile vintage e quel fascino che scaturisce dall'accostamento di diversi stili.
Tuttavia le stampe botaniche e floreali sono la mia passione:
toni neutri ed ambientazioni naturalistiche mi mettono a mio agio
e mi danno la possibilità di lavorare con la giusta atmosfera.





Se l'impatto di un'intera parete decorata vi sembra troppo,
o l'ambiente è molto piccolo, si può optare per il decoro di una porzione di parete oppure integrare i decori nei riquadri di una boiserie.
Questione di dettagli che svelano uno stile sofisticato e accogliente.







 Spero che l'idea vi piaccia!

Tutte le immagini di questo post sono tratte da:
Pixers

http://pixers.it/fotomurali


Auto Post Signature

Auto Post  Signature